Menu

Mozart contro il crimine

1 giugno 2016 - Criminologia per ragazzi, CSI scena del crimine
Mozart contro il crimine

Ragazzi ma come è possibile che le musiche di Wolfgang Amadeus Mozart  (nato il 27 gennaio 1756, Salisburgo in  Austria e morto il 5 dicembre 1791, a Vienna) riescono ad abbassare i tassi di criminalità?

Quando ho letto la notizia mi sono incuriosita e direi non solo io. Cercando in letteratura ho trovato un saggio di Alessandro Baricco sull’argomento. Vi consiglio anche un interessantissimo scritto “Musicofilia” di Oliver Sacks, neurologo con la passione per la letteratura, in cui descrive, in chiave scientifica, le qualità terapeutiche del genio di Salisburgo.

Vi elenco qui di seguito episodi illustri sull’utilizzo delle musiche di Mozart:

MozartQuella introdotta a Minneapolis è una tecnica che viene utilizzata già da molti anni, ed è in corso un dibattito sulla sua reale efficacia.

Ma come agisce la musica di mozart? Oltre ad “allontanare i giovani criminali che non la sopportano”, secondo diversi esperti e psicologi, la musica classica agisce nel cervello umano come un fattore di “ordine”: si parla di un vero e proprio “messaggio subliminale di queste composizioni”, che influenza anche chi non è abituato ad ascoltarle.Mozart

Secondo i più scettici, invece, gli effetti benefici sono coincidenze che non hanno a che fare con la musica, ma con altri fattori esterni. E soprattutto, come ha dichiarato nel 2011 un vicecommissario di West Palm Beach, Dennis Crispo, sono metodi che “non hanno un effetto a lungo termine”.

Cosa ne penso io?Mozart

Sotto suggerimento di mia madre ho ascoltato le opere per pianoforte scritte nell’estate del 1778, l’estate in cui la madre di Mozart a Parigi si ammalerà e morirà. O ancora le dodici variazioni in do maggiore sulla canzone francese “Ah, vous dirai-je Maman”. Quando le ho sentite ho subito riconosciuto quelle note che credo tutti hanno ascoltato da bambini, non sono poi così grande ma una dolce nostalgia mi ha riportato a quando ero piccola. E se vogliamo continuare a rincorrere la nostalgia basta riascoltare l’ultimo movimento della “Marcia Turca”.

Provate ad ascoltare il concerto numero 20 in re minore per pianoforte e orchestra: KV466.

E’ stata la prima performance a pagamento di Mozart nel febbraio del 1785 a Vienna. Dopo che l’avete ascoltata non potete non leggere il piccolo saggio di Eric Emmanuel Schmitt “ La mia vita con Mozart”.

E comunque non sono solo gli uomini a beneficiare della musica di Mozart: vi ricordate le mucche del Wisconsin? Sono diventate famose perché ascoltando Mozart producono quasi l’8% in più di latte. Nel senese, Carlo Cignozzi, fa ascolate la musica di Amadeus alle sue viti creando (a detta dei miei) un Brunello di Montalcino veramente buono.Mozart Mozart

 

 

 

 

 

 

articoloSe vi ho incuriosito non perdetevi il mio prossimo articolo su questo artista, in cui spiegherò meglio la sua vita, un bimbo prodigio che come tale non ha sempre avuto vita facile, un uomo complesso e una morte precoce e ancora avvolta nel mistero!!!

2 pensieri su “Mozart contro il crimine

Alessia

Il sito è davvero bello e interessante. Mi è servito molto perché quest’anno agli esami volevo portare ‘il crimine’ quindi mi avete ispirato e aiutato davvero molto!!!

Risposta
    Giulia

    sono felice di esserti stata utile. Spero che dopo gli esami tu continui a seguirmi. sto cercando di rendere il sito più interattivo, se hai idee o vuoi scrivere articoli da pubblicare su questo blog vai nell’area ‘collabora con noi’ e compila il form così potremo aggiungerti tra i nostri blogger. in bocca al lupo per gli esami!!!

    Risposta

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: