asia

Asia e criminologia

Asia

Perché parlare di criminologia in Asia?

Grande quattro volte l’Europa, con 50 Nazioni l’Asia è il continente più vasto esistente sulla terra motivo per cui, da paese a paese e di zona in zona, le differenze sono abissali, si osservano realtà sviluppate dove l’industrializzazione ha preso il sopravvento, centri urbani all’avanguardia costellati da grattacieli altissimi e dimensioni in cui si vive ancora in maniera primitiva, insediamenti isolati che coinvolgono aree rurali o la cima di alture. Dati i grandi squilibri, non sono rari i casi di agitazioni e tensioni politiche che, spesso, sfociano in vere e proprie guerre civili che rendono proibitivo l’accesso ai turisti.

Un pò di geografia

asia03Questo continente è separato dall’Europa dai monti urali e con quest’ultima forma un’unica massa continentale, l’Eurasia. 
A nord dell’Asia possiamo trovare la Siberia una regione dal clima subpolare occupata principalmente dalla tundra e dalla taiga. È proprio in questa zona che possiamo trovare lo stretto di bei ring, uno dei punti estremi dell’Asia che divide quest’ultima dalla Alaska. 

Nella parte centrale del continente possiamo trovare una lunga serie di catene montuose che si diramano a ventagli in direzione ovest- est. Tra queste possiamo trovare l’Himalaya, che ospita le vette più alte del mondo : il monte Everest (m8848) e il monte k2 (m8611) questa catena montuosa racchiude l’altopiano del Tibet, anche questo con un clima molto rigido. 
Questo continente è inoltre attraversato da alcuni dei fiumi più lunghi del mondo, alcuni di questi ghiacciati per gran parte dell’anno.

La parte centrale ( dell’Arabia alla mongolia) è occupata da una fascia di deserti e steppe, mentre la penisola araba è occupata prevalentemente da deserti caldi. 
A sud delle grandi catene montuose il clima è sub-equatoriale umido, fortemente influenzato dai monsoni.
La Malesia e l’Indonesia hanno un clima tropicale e sono ricoperte dalla foresta fluviale.
Fanno parte delle sette meraviglie del mondo : grande muraglia in Cina ; Petra in Giordania , taj mahal in India. asia.cina

 

asia01La Cina è lo stato più popolato al mondo con una popolazione pari al 1353.000.000 di abitanti nonché il più vasto dell’Asia orientale. Confina a nord e a ovest con 14 stati. Mentre a est e a sud è limitata dallo oceano pacifico ( mare cinese orientale e mare cinese occidentale)

Si può dividere in: Cina occidentale: si elevano alte catene montuose e altopiani ( tra cui quello del Tibet) caratterizzato da deserti rocciosi e dalla presenza di vasti laghi.

Cina orientale : caratterizzata da colline e pianure alluvionali: questa è divisa in quattro regioni: la Manciuria, lo shandong, attraversato dal fiume giallo, il centro , attraversato dal fiume azzurro( il più lungo dell’Asia) e  il sud.

Cina interna l’area orientale della Cina in cui si trova la maggior parte della popolazione(etnia han)

Cina esterna : scarsamente popolata , è l’area occidentale della Cina.

Città più importanti : pechino, Tientsin, Shangai,nanchino, Canton, macao , Hong Kong( cinesi rispettivamente nel 1999 e1997)

A causa del suo sistema politico l’economia cinese è di tipo socialista ( anche se si sta avvicinando ai modelli occidentali ed è la terza potenza economica mondiale) e ha visto la sua economia evolversi velocemente negli ultimi anni passando da paese agricolo a paese prevalentemente industriale. Dal 1978 la Cina si è aperta al turismo straniero, che oggi occupa il terzo posto nella classifica mondiale.

Il Giappone

asia.giapponeSi estende nel pacifico nord- occidentale ed è costituito da quattro isole principali( Hokkaido, honsu, Kyushu e shikoku) il 75% del territorio è montuoso: i rilievi sono costituiti da catene montuose che attraversano le isole da est a ovest ( alpi giapponesi). L’area in cui si estende l’arcipelago e caratterizzata da frequenti terremoti ed eruzioni vulcaniche. Il vulcano del monte Fuji è ancora attivo è il monte più alto del paese.

Le coste sono alte, frastagliate e ricche di insenature, mentre i fiumi hanno un regime irregolare. Sono brevi e impetuosi. Il Giappone ospita una gran varietà di ambienti, da quello subtropicale del sud a quello subartico del nord.

Insediamenti umani

Tokio – Yokohama : una delle più grandi megalopoli del mondo( 30mln di abitanti in un raggio di 50 km) Nagoya;

Osaka kobe – Kioto( 16mln di abitanti)

il Giappone è la seconda potenza economica mondiale: il settore terziario è avanzato soprattutto nella ricerca scientifica, nel settore industriale e in campo finanziario – commerciale. Per questo è il paese asiatico con il più alto redito pro capitale.

Il Giappone genera un alto numero di turismo attivo ( i giapponesi si recano soprattutto in America, Taiwan, Hong Kong e corea del sud ) ma non attira un gran numero di turisti.

 

asiaL’Oriente è però in assoluto la terra dei grandi imperi e dei ricchi sultani nonché culla di antiche civiltà dove lasciarsi rapire dal fascino di grandi palazzi, monasteri, stupa, templi, bazar, moschee e da quella coinvolgente saggezza spirituale che avvolge in un’atmosfera mistica in cui passato e presente convivono invitando il visitatore ad avere nuovi occhi per guardare. Lo spettacolo che si prospetta all’orizzonte è in grado di spaziare dagli scenari mozzafiato delle cime himalayane alle spiagge da cartolina dell’Indonesia o delle Maldive passando per le caotiche e rumorose metropoli invase da centri commerciali che occhieggiano alla modernità occidentale con una sfavillante movida notturna o ancora foreste tropicali dove trovare uno dei più ricchi ecosistemi al mondo, come ad esempio in Malesia.

Criminalità in Asia: livelli quasi europei

Sotto questo aspetto possiamo dire che l’Asia  è abbastanza sicura (anche se l’Asia Orientale e sud-est asiatico sono molto grandi e non tutti i paesi hanno esattamente le stesse condizioni).

I livelli di omicidi sono pari o leggermente superiori a quelli europei, ma inferiori a quelli americani. Se si controllano le statistiche di rapine e furti, vediamo cge in generale nei paesi asiatici gli indicatori sono abbastanza bassi, ci sono poche rapine e assalti rispetto al resto del mondo.

 

Sembrerebbe tutto bello, ma si sa che non è proprio così. Come sapete a me piace guardare oltre la bella copertina e allora vedo che purtroppo l’Asia è famosa oltre che per le sue bellezze anche per lo sfruttamento minorile. Una piaga che purtroppo continua ad affliggere un Paese così maestoso.

asia01Nel continente asiatico il lavoro minorile rappresenta un vero e proprio modello produttivo e si accanisce in maniera particolare contro le bambine. Lo sfruttamento sessuale, ad esempio, è una piaga molto profonda nella società asiatica: la prostituzione di bambine è molto diffusa in Cambogia, Bangladesh, Nepal, India e Pakistan. “Ogni anno 1 milione di bambine vengono messe nel mercato della prostituzione, per la maggior parte delle volte da loro conoscenti” denuncia Child Workers in Asia, un’organizzazione impegnata contro lo sfruttamento dell’infanzia.
I bambini in Asia vengono usati per diverse tipologie di prestazioni: lavori agricoli, concerie, cave, miniere, laboratori tessili e di giocattoli, fornaci, lavori edili, discariche. A questo fenomeno contribuisce in parte anche la delocalizzazione asiatica delle multinazionali occidentali in vari settori produttivi, in particolare nel settore tessile.

Va ricordato che anche le numerose guerre presenti in Asia usano i minori: il fenomeno dei bambini soldato è in forte aumento, con decine di migliaia di asia.bambini soldatobambini reclutati, spesso con la forza, da truppe governative e da gruppi paramilitari. Secondo Human Rights Watch il reclutamento di minori nelle forze armate è molto elevato in Afghanistan,Myanmar, Sri Lanka e Cambogia. Tra i gruppi coinvolti, le Tigri del Tamil in Sri Lanka e l’Abu Sayyaf Islamic nelle Filippine.

Grave, infine, la situazione in India dove attivisti per i diritti umani denunciano la crescente diffusione della schiavitù di bambini per debiti. Sono almeno 5 milioni i bambini indiani costretti a lavorare senza retribuzione per saldare debiti contratti dalle loro famiglie o perché ai genitori è stato pagato un anticipo sulle loro prestazioni: secondo un rapporto di Human Rights Watch, i bambini non riescono quasi mai ad essere riscattati. L’Asian Labour Monitor ha calcolato che 1/5 del prodotto interno lordo indiano deriva dal lavoro di minori, in genere di famiglie senza terra. Con 44 milioni di bambini lavoratori l’India detiene il record mondiale dell’occupazione minorile.

 

Per quanto riguarda la criminalità organizzata in Asia troviamo la più importante (in base ai ricavi stimati) delle prime cinque bande criminali mondiali.

  1. Yamaguchi Gumi

Ricavi: 80 miliardi di dollari La più importante banda conosciuta al mondo si chiama Yamaguchi Gumi, uno dei tanti gruppi giapponesi cui si fa collettivamente riferimento come “Yakuza,” termine più o meno equivalente all’uso americano di “mafia”. Secondo Hiromitsu Suganuma, ex capo della polizia nazionale giapponese, la Yamaguchi Gumi fa più soldi con il traffico di droga che in qualsiasi altro modo. Le altre due principali fonti di guadagno sono il gioco d’azzardo e l’estorsione, immediatamente seguite dalla “risoluzione delle controversie”. La Yakuza risale a centinaia di anni fa, e secondo Dennis McCarthy, autore di An Economic History of Organized Crime, i gruppi della Yakuza sono tra i più centralizzati del mondo. A differenza di altre bande dell’Asia orientale come le Triadi cinesi, che sono un agglomerato sconnesso di criminali legati per lo più da relazioni familiari, i gruppi della Yakuza sono legati da “complesse gerarchie” e i membri, una volta iniziati, devono sovvertire qualsiasi altro vincolo in favore della Yakuza. Nonostante il governo giapponese abbia inasprito le pene nei confronti della Yakuza, la struttura centralizzata dell’organizzazione ha reso facile attribuire una massiccia quantità di entrate a quest’unica banda.

Gli altri gruppi di criminalità organizzata, in ordine di introiti stimati sono:

  1. Solntsevskaya Bratva (mafia russa)

 Ricavi: 8,5 miliardi di dollari I gruppi della mafia russa

  1. Camorra (mafia italo-americana)

Ricavi: 4,9 miliardi di dollari Mentre la mafia italo-americana

  1. Ndrangheta (con sede in Calabria)

Ricavi: 4,5 miliardi di dollari Con sede nella regione italiana della Calabria

  1. Cartello di Sinaloa (Messico)

Ricavi: 3 miliardi di dollari

0 comments on “Asia e criminologiaAdd yours →

Rispondi